Marketing turistico

Marketing turistico: pagare i clienti per venire in vacanza

Estratto

Può il richiamo di una carta regalo per anticipare il costo dei pasti, e di una o due cantine, spingere la gente a visitare e dare impulso al turismo locale? I dirigenti di Santa Maria ne sono convinti; questa città […]

Marketing turistico: pagare i clienti per venire in vacanza

Può il richiamo di una carta regalo per anticipare il costo dei pasti, e di una o due cantine, spingere la gente a visitare e dare impulso al turismo locale? I dirigenti di Santa Maria ne sono convinti; questa città californiana di 100.000 abitanti ha elaborato un piano che potrebbe aiutare a sostenere l’economia locale mentre tutti noi emergiamo dalla crisi sanitaria, sociale ed economica che la COVID-19 ha lasciato negli Stati Uniti.
Il turismo locale è stato distrutto, ma ecco un modo per farlo rivivere

Le piccole imprese e i ristoranti chiusi in tutto il paese dipingono insieme un triste ritratto del massiccio colpo che il turismo locale, e i lavoratori che dipendono da esso, hanno subito nell’ultimo anno. Per ogni cretino che ha visto l’assegno di stimolo come un mezzo per prenotare un viaggio economico all’estero, ce ne sono altre migliaia che sono ancora restii a fare un viaggio fino a quando il paese non avrà raggiunto una vera immunità di gregge.

Ma mentre le più grandi compagnie americane, molte delle quali hanno fatto abbastanza bene durante la pandemia, dicono che “stanno” con le comunità locali, ecco qualche spunto di riflessione: Perché non mettere i loro soldi dove sono le loro dichiarazioni pubbliche, e aiutare a finanziare pacchetti di stimolo al turismo locale per incoraggiare la gente a visitare le città e i paesi più piccoli in tutta l’America?

Santa Maria è il laboratorio perfetto per imparare se un tale programma può funzionare. La città nel nord della contea di Santa Barbara per gli appassionati di cinema è famosa per il film del 2004 Sideways, leggendario per come il personaggio interpretato da Sandra Oh ha preso a calci in culo Jack. Gli appassionati di vino conoscono il film, e Santa Maria, per il vino pinot nero della regione.

E qui sta la sfida che Santa Maria deve affrontare. In primo luogo, poiché sempre più persone viaggiano di nuovo, accorreranno nei soliti posti: Miami, Grand Canyon, Yellowstone, Las Vegas e così via. Ad un livello più locale, Santa Maria compete con Santa Barbara, Ojai, Pismo Beach e Big Sur per quei dollari di turisti. Poi c’è il fattore vino: certo, i pinot di Santa Maria ottengono costantemente recensioni entusiastiche, ma oltre a Napa e Sonoma, il Golden State vanta anche regioni come Mendocino, Paso Robles, Temecula e Livermore.

Santa Maria e la zona circostante offrono più del vino, comunque. A 30 minuti di macchina si possono raggiungere spiagge, escursioni, vecchi siti storici. Per i buongustai, il tri-tip, il taglio di manzo che ha reso Santa Maria la capitale del barbecue della California, è da non perdere. La città è anche ricca di taquerias e ristoranti messicani dove si possono gustare piatti come la birria (capra stufata). La vicina costa offre anche opzioni di frutti di mare freschi.

Tuttavia, promuovere la zona richiede più di un marketing intelligente e campagne di social media, ed è qui che entra in gioco la “Santa Maria Valley Stimulus Promotion”.

TriplePundit ha deciso di vedere di cosa si tratta. Bisogna sborsare un po’ di soldi per far sì che i visitatori spendano ancora di più

Il processo era facile. I potenziali ospiti dovevano semplicemente visitare il sito del turismo della camera locale e prenotare un soggiorno minimo di due notti in un hotel o una locanda partecipante. Dopo aver inviato un PDF della prenotazione alla camera, ai visitatori è stato detto di aspettarsi un pacchetto una volta arrivati a Santa Maria e controllato.

Il programma è valido fino alla fine di marzo, ma è già esaurito: Non ci è voluto molto perché 500 visitatori partecipassero al programma.

Incluso nel pacchetto c’era un libretto pieno di suggerimenti per mangiare, degustare vini e visitare – la stragrande maggioranza dei posti menzionati erano locali, compresa una mappa di un “percorso taco” che annunciava le taquerias locali a Santa Maria. Inoltre, era inclusa una carta regalo Visa da 100 dollari, utilizzabile ovunque. Ha coperto 5 pasti in ristoranti locali – 3p può confermare che è tri-tip’d out.

Il resto dell’itinerario è a discrezione del visitatore. 3p ha soggiornato allo storico Santa Maria Inn, dove le star dell’epoca d’oro di Hollywood, tra cui Charles Chaplin, Bette Davis, Joan Crawford e Marilyn Monroe hanno pernottato, di solito sulla strada per le loro stravaganti soirée all’Hearst Castle, situato altre 75 miglia a nord-ovest lungo la Highway 1 costiera della California. Le porte delle camere d’albergo in tutta la proprietà sono decorate con targhette a forma di stella che ricordano le persone che vi hanno dormito, tra cui William Randolph Hearst e Marian Davies, la sua amante per la quale costruì l’omonima tenuta; 3p fu, beh, abbastanza “fortunato” da ottenere quella stanza – sfortunatamente, la stanza in cui zia Mame (Rosalind Russel) aveva fatto festa era già prenotata.
Un modo per le grandi aziende di pensare più piccolo e locale

Altre opzioni, la maggior parte delle quali sono a soli 30 minuti di distanza, includono La Purísima Mission State Historic Park, l’undicesima delle 21 missioni francescane che gli spagnoli costruirono quando conquistarono la California. Un sacco di sentieri escursionistici attendono intorno a comunità come la vicina Orcutt, che emana un’atmosfera da vecchio West, o Guadalupe, dove le passeggiate possono portarvi attraverso spettacolari dune di sabbia.

Mentre le esperienze offerte da questo pacchetto di stimolo al turismo locale erano molto locali, la lista degli sponsor includeva una vasta gamma di aziende, sia locali che nazionali. Le aziende che hanno contribuito al programma includono Dignity Health, ExxonMobil, Walmart e Wells Fargo – così come le concessionarie d’auto locali e i rivenditori legati alle più grandi aziende americane.

Mentre sempre più aziende parlano di “comunità”, i programmi di turismo locale come questo che i leader di Santa Maria hanno lanciato con successo offrono alle aziende un’idea su come contribuire a una causa locale – mentre aiutano a far ripartire le economie locali allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.